CipToursCipTours

Con la firma, Accetto i Termini di Cip Tours relativi alla privacy, alla Politica di rimborso ed alle Condizioni di garanzia

Sei già registrato?

CipToursCipTours
Password dimenticata?

Non si dispone di un account?

Aosta: Maratona Mezzaosta

IN VALLE D’AOSTA PER LA MARATONA MEZZAOSTA

23 e 24 Settembre 2017

Il Parco nazionale del Gran Paradiso (in francese, Parc national du Grand-Paradis), istituito il 3 dicembre del 1922, è il più antico Parco nazionale italiano. Si trova a cavallo delle regioni Valle d’Aosta e Piemonte ed è gestito dall’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso, con sede a Torino. Dal lato francese confina con il Parco nazionale della Vanoise. Si estende per una superficie di 71.043,79 ettari, su un terreno prevalentemente montuoso. La storia del Gran Paradiso è strettamente intrecciata con la salvaguardia del suo animale simbolo: lo stambecco (Capra ibex). Questo ungulato, un tempo largamente diffuso a quote elevate, oltre il limite del bosco, su tutto l’arco alpino è stato oggetto di caccia indiscriminata per secoli. I motivi per cui lo stambecco era una preda così ambita dai cacciatori erano i più disparati: la succulenza delle sue carni, alcune parti del suo corpo erano considerate medicinali, l’imponenza delle sue corna ricercate come trofeo e persino il potere afrodisiaco attribuito ad un suo ossicino (la croce del cuore) spesso utilizzato come talismano. All’inizio del XIX secolo si riteneva che questo animale fosse ormai estinto in tutta Europa finché l’ispettore forestale valdostano Delapierre scoprì che negli impervi e scoscesi valloni che discendono dal massiccio del Gran Paradiso ne sopravviveva una colonia di circa cento esemplari.

Aosta è un comune italiano di 34 324 abitanti, capoluogo della regione autonoma Valle d’Aosta. La città di Aosta si trova all’incirca nel mezzo della Regione Valle d’Aosta, nella piana in cui scorre il fiume principale della regione: la Dora Baltea. Su Aosta dominano importanti montagne tra le quali la Becca di Nona, il Monte Emilius, la Pointe de Chaligne e la Becca di Viou. Città fortificata, costruita in breve tempo su modello dell’accampamento militare romano, Augusta Prætoria Salassorum nacque all’incrocio delle vie del Grande (Mons Jovis o Summus Pœninus) e Piccolo San Bernardo (Columna Jovis o Alpis Graia) presso la confluenza dei fiumi Dora Baltea e Buthier. Un’imponente cinta muraria proteggeva un territorio di 414.128 m², mentre quattro porte davano accesso alla città costruita sul modello ortogonale cardo-decumanico. La via centrale Decumanus Maximus (l’attuale Via Porta Prætoria, Via Jean-Baptiste de Tillier e Via Édouard Aubert), allora larga nove metri, era la prosecuzione naturale della Via consolare delle Gallie che da Milano arrivava fino al Piccolo San Bernardo. L’accesso alla città era comunque assicurato da un ponte sul Buthier, di cui oggi è visibile solo un’arcata poco distante dal letto del torrente, deviato a causa di un’inondazione. All’interno delle mura sorgevano i quartieri residenziali, il teatro, le terme, il foro e l’anfiteatro, mentre a sud si stendevano i quartieri popolari divisi secondo un modello classico a scacchiera.

1° GIORNO: Arrivo dei Partecipanti ad Aosta con i propri mezzi. Per coloro che lo desiderano nel primo pomeriggio verra’ organizzata una visita di 2 ore con le guide di Aosta Welcome di Aosta Romana. Al termine rientro in hotel per il pernottamento.

2° GIORNO: Dopo la prima colazione. Tempo a disposizione per partecipare alla Maratona Mezzaosta. Pernottamento in hotel.

3° GIORNO: Dopo la prima colazione, rilascio delle camere e approfittando dell’ultimo giorno possibilita’ di visite individuali a carattere storico/naturalistiche: Lo Skyway Monte Bianco, le nuove Funivie Monte Bianco, consentono di intraprendere un viaggio straordinario disegnato sui movimenti della terra che s’innalza al cielo. Grazie alla funivia, la salita da Courmayeur (Pontal d’Entrèves, 1.500 m di quota) a Punta Helbronner (3.466 m) è un’esperienza straordinaria, ma alla portata di tutti; I castelli piu’ famosi come quello di Fénis , prestigiosa sede di rappresentanza dei maggiori esponenti della famiglia Challant, che lo dotarono dell’imponente apparato difensivo, nonché di eleganti decorazioni pittoriche. Oggi l’edificio è di proprietà della Regione autonoma Valle d’Aosta, che lo ha destinato a sede del museo del mobile valdostano; Il castello di Sarre Costruito nel 1710 da Giovanni Francesco Ferrod di Arvier sui resti di una casa forte del 1242, acquistato nel 1869 dal re d’Italia Vittorio Emanuele II, lo ristrutturò e lo utilizzò come residenza durante le sue battute di caccia in Valle d’Aosta. Il castello fu abitato per villeggiatura dalla regina Maria José anche negli anni successivi alla monarchia, nel 1989 la Regione Valle d´Aosta ha acquistato il complesso per restaurarlo, oppure il castello di Issogne inizialmente dominio dei vescovi di Aosta, la proprietà passò successivamente nelle mani della famiglia Challant e venne donato allo Stato nel 1907, oggi il castello appartiene alla Regione Autonoma Valle d’Aosta e si presenta con alcuni elementi dell’originale mobilia ed altri arredi rifatti alla fine dell’Ottocento, che insieme a numerosi oggetti d’uso domestico ripropongono l’ambientazione tardo quattrocentesca. Il forte di Bard Rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione rappresenta uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento di primo Ottocento. Per accedere alla sommità della fortezza è possibile seguire il percorso pedonale che si sviluppa fra possenti muraglioni partendo dall’interessante borgo medievale a lato del parcheggio, oppure servirsi degli ascensori panoramici. Al suo interno ci sono Il Museo delle Alpi e le prigioni.
Rientro individuale in serata presso i propri domicili.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE INDIVIDUALE DA € 90,00

Supplemento camera singola € 35,00

I S E R V I Z I C O M P R E S I N E L L A Q U O T A:

  • Soggiorno in hotel tipo Turin 3* in pernottamento e prima colazione;
  • Guida turistica di Aosta Romana di 2 ore con AOSTA WELCOME;
  • Assicurazione Sanitaria/bagaglio Cip tours snc;
  • Assicurazione RC Cip tours snc.

I S E R V I Z I N O N C O M P R E S I N E L L A Q U O T A:

  • Mance, extra di natura personale, ingressi a chiese monumenti e musei;
  • PER I NON ISCRITTI ALLA MARATONA LA VISITA GUIDATA DEL 23/9 COSTA 8,00 EURO PREZZO PROMOZIONALE;
  • Tassa di soggiorno da saldare in hotel circa 1,00 euro al giorno;
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi